valle del dragone,  Scala
valle del dragone, Scala

Scala: al di l delle solite mete

Situata a pochi passi dai Monti Lattari, Scala si affaccia sulla valle del Dragone (360 metri sopra il livello del mare), vicina a Ravello. Il borgo fu fondato nel IV secolo a. C dai romani naufragati mentre andavano a Costantinopoli. Scala ha partecipato alle vicende della Repubblica Marinara di Amalfi e, come molte altre città in tutta la Costa d'Amalfi, raggiunse il massimo splendore grazie al grande numero di meravigliosi palazzi e chiese.

Purtroppo, la rivalità con Ravello e i saccheggi ad opera dei Pisani nel XII secolo, ne hanno causato la sua decadenza progressiva. Il Duomo, costruito in onore di San Lorenzo, rappresenta il monumento più prezioso: la struttura romanica originale è stata completamente ristrutturata nel XVII secolo, pur mantenendo l'antico portale.

Entrando nella chiesa si può ammirare un pulpito decorato a mosaico e un gruppo di preziose sculture in legno risalente al XIII secolo sull’altare maggiore, che rappresenta un Crocifisso, la Vergine e San Giovanni.

Da Scala, belle passeggiate vi permetteranno di raggiungere straordinarie altre belle città, come Santa Caterina, Campoleone, Campidoglio, Atrani , Minuto e Pontone. C'è un incantevole bosco di castagni che circonda la città, che rappresenta un luogo perfetto per gli amanti della montagna e dell'equitazione. Scala quindi costituisce l'offerta turistica idaeale per i vacanzieri che amano abbinare il mare alla natura, ma anche alla storia.



Galleria fotografica

costiera amalfitana
costiera amalfitana

Contenuti correlati...